Una grande storia d’amore, quella che lega i Biaschesi e tutti i partecipanti al carnevale di Re Naregna. Se ne parla un anno intero, nei bar, in vacanza, in qualsiasi occasione si progetta, si discute, si danno consigli.
Questo è il carnevale biaschese, non un semplice carnevale, ma un carnevale semplice, sentito come una passione ardente, un amore atteso e che puntualmente non delude le aspettative.
Amore che vogliamo omaggiare nell’edizione 2018 grazie anche alla concomitanza con la festa dell’amore per antonomasia, San Valentino. Lo slogan più semplice e sentito di sempre nasce con facilità, All you need is Carnevale Biaschese.

Lo slogan

All you need is carnevale Biaschese è questo il tema di quest’anno, tema che vuole ricordare che alle volte è giusto prendersi una pausa dalla ‘vita reale’ per staccare la spina e fare un po’ di buona e sana festa. Un tema che rimanda chiaramente anche all’amore, amore nei confronti di noi stessi ma anche nei confronti del nostro paese, della tradizione carnascialesca, che da ben 116 anni fa divertire tutta la popolazione.

Location

Per quanto riguarda l’ubicazione dei tendini viene confermato il posizionamento della scorsa edizione con qualche assestamento dovuto a cantieri attivi presenti sul sedime e a motivazioni legate alla volontà di arrecare meno disturbo possibile ai residenti.

Le tendine

Le tendine presenti quest’anno annoverano nuove leve dalla Leventina e la piacevole presenza di tendine gestite da carristi.
Confermato il sodalizio che permette a DeRo, UTOE e società del carnevale di offrire un intrattenimento anche gastronomico presso il salone Olimpia, come pure la presenza degli amici Mesolcinesi con la loro, ormai consolidata, tendina.
Ben distribuite lungo il percorso pedonale promettono non solo di far ballare e scaldare gli animi ma anche di…

Bar e ristoranti

Ottima la collaborazione degli esercenti presenti in zona e anche di quelli un po’ più discosti che parteciperanno attivamente alla buona riuscita dell’evento decorando a tema il locale, proponendo musica e non mancheranno, come consuetudine, sorprese.

Musica

Durante le serate di venerdì e sabato sarà proposta musica dal vivo.
Il venerdì sul palco principale gli Sgaffy coinvolgeranno i presenti in piazza centrale nel loro folle show che in caso di cattivo tempo si terrà presso il salone Olimpia.
Live anche sabato sera, con l’esibizione dei GTMusic che allieterà tutta la serata e la notte del salone Olimpia mentre in piazza centrale esploderà lo show offerto dalle Guggen provenienti da tutta la Svizzera.

Cibo

Il carnevale, si sa, non è prettamente un toccasana per il nostro organismo.
Freddo, mangiare male e probabilmente qualche drink di troppo possono mettere alla prova anche i più irriducibili appassionati del carnevale biaschese.
Amando i sudditi di Re Naregna ci siamo impegnati a dislocare fra i vari bar e ristoranti le tendine cercando di creare un percorso che permetta di ripararsi al calduccio dopo aver percorso pochi metri.
Abbiamo prestato particolare attenzione alla qualità del cibo offerto dagli ambulanti prediligendo la qualità di un pasto cucinato sapientemente oppure di un panino preparato con cura al cibo che sovente viene offerto a manifestazioni di tale portata.
Insomma un amore reciproco fra i partecipanti ed il carnevale stesso.
Sicurezza

Ci teniamo alla sicurezza, e siamo pertanto orgogliosi di poter offrire, in collaborazione con Ticino Cuore, una postazione munita di defibrillatore e di persone preparate al suo utilizzo per tutta la durata dell’evento.
Non mancheranno trasporti pubblici offerti gratuitamente per accompagnare a casa in tutta tranquillità al termine delle serate di venerdì e sabato, con la novità, oltre alla tratta per Bellinzona che copre entrambe le sponde del fiume Ticino e alla tratta che porta ad Olivone di una tratta fino ad Airolo.
Riproposta l’apprezzata zona pedonale su tutta l’area e per la durata dell’intero evento con un’impostazione più duratura.
Dal 5 febbraio il Comune di Biasca inizierà (meteo permettendo) una serie di lavori che permetteranno la pedonalizzazione del sedime Carnascialesco riutilizzabile anche per tutti gli eventi dove occorre una pedonalizzazione del sedime. Saranno impiantati nel terreno delle sbarre che con poco sforzo e tempo si possono mettere e togliere, ringraziano il Municipio di Biasca per quanto fatto.
Presso l’SCBar, il bar della nostra società ubicato in piazza centrale offriremo acqua minerale ad un solo franco per tutelare il benessere psicofisico degli avventori e permettere così che la serata possa continuare.
Quest’anno abbiamo deciso di identificare i minorenni con un braccialetto specifico che permetterà agli esercenti e ai baristi/cameriere di poterli identificare in maniera rapida ed efficace

Entrate

Il titolo d’entrata non subirà aumenti di sorta e consentirà con la tessera, da 35 franchi, l’accesso alle serate di venerdì, sabato e al corteo principale.
Non senza sacrifici perseveriamo nell’offrire le giornate e serate di mercoledì e giovedì a titolo gratuito che permetterà ai presenti di presenziare al suggestivo corteo notturno e al corteo dei bambini.
Gratuito pure il pranzo per gli anziani della regione e la merenda ai bambini.

Ra Froda

Nuove leve daranno un’innovativa impronta al giornalino satirico non perdendo di vista l’ormai lunga tradizione.

Sensibilizzazione

Reputiamo il carnevale un momento di svago, di sfogo e un’importante parte della nostra storia e cultura. Ci teniamo pertanto a preservarne lo spirito goliardico e farne comprendere l’importanza alle nuove generazioni. Il nostro impegno ci porta pertanto a recarci presso i ragazzi delle scuole Medie spiegando loro i valori e i limiti che un carnevale comporta.

Ringraziamenti

Un ringraziamento speciale va a tutti i membri di comitato che si adoperano un anno intero a titolo gratuito per permettere la buona riuscita dell’evento, alle loro famiglie che con grande pazienza acconsentono l’allontanamento del proprio caro dall’uscio per le molteplici riunioni, lavori, incontri ecc.
Un grazie di cuore al Municipio di Biasca che si prodiga nel permetterci di realizzare al meglio la nostra visione, al Patriziato di Biasca per la disposizione, alla Polizia Cantonale e Comunale per la loro professionalità e collaborazione, ai cuochi del carnevale, alla redazione de “Ra Froda” ai carristi, ai gruppi, alle guggen e agli sponsor che credono in noi e ci sostengono, permettendoci di organizzare tutto questo facendoci capire che nonostante qualche erroruccio siamo sulla buona strada.

Vorrei inoltre ringraziare tutti quelli che vorranno partecipare all’edizione 2018 scoprendo così cosa succede quando nell’organizzare ci si mette il cuore.

Scarica programma 2018, clicca qui